Agents of A.E.G.I.S.

Sulle ali delle Aquile – Log 8
la cena al wiillard di giovedì sera ospiterà in segreto il presidente per un colloquio
View
Sulle ali delle Aquile – Log 5

simmons e peacok entrano all’ambasciata iraniana e il resto della squadra pattuglia la zona

la visita all’ambasciata iraniana procede senza problemi, prima di andare all’ambasciata saudita non abbiamo riscontro dalle impronte dalle sue impronte prese da forchetta e coltello

piano: sfruttare il senatore dal figlio cocainomane per consegnare un poacchetto con messaggio ed un ermes per dimostrare la nostra appartenenza ad aegis

View
Sulle ali delle Aquile – Log 4

Incontro con l’emiro.
Incontro con l’addetto alla sicurezza personale dell’emiro.

Richieste:

  • Donne vestite in modo pudico: il velo non è necessario ma gradito
  • Le donne accompagnate posso rivolgere la parola all’emiro, quelle da sole no
  • Un solo ascensore può accedere al 5° piano
  • Solo il personale dell’emiro cucinerà per l’emiro gli servrà i piatti
  • Se possibile, niente crocefissi nei luoghi di visita

Mattina di Lunedì

Piccola conferenza stampa durante la quale un saudita infiltrato tra i giornalisti che cerca di tirare una scarpa allo sceicco.
Basset intercetta la scarpa.
Un agente cattura il dissidente.
Mentre l’F.B.I. lo sta traendo in custodia il capo della sicurezza dell’ambasciata lo dirotta al 5° piano. Gerard acconsente a farlo prendere dalla sicurezza iraniana ma partecipando.
A seguito di un duro interrogatorio il saudita confessa di essere stato pagato da una donna giovane di origini arabe, castana, in carne che corrisponde a grandi linee ad alla giornalista che ha domandato allo sceicco dove si trovasse durante il funerale del defunto padre; domanda che ha turbato lo sceicco e posto fine alla conferenza.

All’uscita dalla conferenza risulta che un badge non è stato restituito.
La proprietaria, o presunta tale, trovata e fermata dichiara di aver perso il badge.
La descrizione degli agenti relativa alla donna fermata non sembra corrispondere al 100% con l’aspetto della giornalista che ha posto la domanda e che si è identificata con nome e cognome del badge.

Il dottore, tramite foto presa durante la conferenza, individua la giornalista. Basset la raggiunge, si fa mostrare il passaporto, e recupera delle impronte digitali dalle posate che ha utilizzato a pranzo.
La donna viene messa sotto pedinamento “lasco” da parte dell’ F.B.I. : la priorità è non essere notati e non mettere in allarme la donna anche a costo di perderla.

View
Sulle ali delle Aquile - Log 3

all green : tutto ok
yellow : allerta per sospetta minaccia
RED: allarme generale
codice white : minaccia livello aegis su canali aegis

3 moto polizia
auto 1 : 3 raccomandati 1 utile sparante + simmons
auto 2 4 raccomandati + un iraniano
prima macchina dopo sceicco basset
carovana sceicco
prima macchina dopo sceicco peacock
auto 3 1 raccomandato, 3 utili e un memmbro degli iraniani
van: basset, gerard e tsukino+ armi di emergenza
3 moto polizia

5 macchine + limo per la carovana iraniana

dieci pulmini mercedes per il secondo convoglio

3 uomini sul traghetto che porterà lo sceicco al contrario di quanto previsto, figlio senatore, basstet e gerard
sue due barconi della guardia costiera gerard e tsukino

View
Sulle ali delle Aquile - Log 2

Galà al willard sono nella sala ricevimenti al primo piano
tra la sala ricevimenti e la cucina c’è la sala da pranzo “standard”
cordone (3/4 uomini)

Perimetro estero gerard
atrio basset
sala ricevimenti tsukino, peakock in borghese + simmons in veste ufficiale
durante il galà un uomo sempre pronto a partire in garage
sala monitor casey
____

ambasciata iraniana provano ad entrare peacock e simmons, gli altri rimangono di ronda fuori
____

ambasciata saudita : vedi iraniana
______

moschea : hedayat ebn kourosh


centro convention e washington configurazione willard, anzichè posizioni fuori, dietro le quinte


brentwood come willard con casey nel furgone di monitoraggio


corte suprema : configuraione “willard”

controlli jack rivera , assunto ambasciata iraniana

ex berretto verde con rapporto di insubordinazione “secretato” ne vietnam a causa del ritiro per “impopolarità” a causa della loro veemenza anticomunsta dimettendosi in blocco per creare la “greenbird” agenzia di sicurezza

i greenbird rifiutano ogni offerta dagli us a ccettando quasi solo lavori da potenze straniere in patria e si sospetta che abbiano svolto diversi lavori all’estero senza alcuna ufficialità anche asddestrando truppe scelte di dittatori africani in odore di supporto comunista

casissimi come prezzo

View
Sulle ali delle Aquile - Log 1

sceicco Ibrahim, eb Nouh, al Dhul-riasato’ddin, al Sukkar, al Mashhad è un operativo AEGIS di alto livello che finalmente riesce a portare un artefatto rivenuto in scavi archeologici circa 30 anni fa e per la prima volta è sbarcato in america

approderà negli US con una nutrita scorta burocratica di NON operativi

ha una settimana di appuntamenti di facciata con petrolieri, banchieri etc facciata del governo Bush

all’interno di una di queste serate saremo notificati quando sarà opportuno prelevare questo oggetto di forma sferica con scanalature all’interno

Soggiorna all’hotel Willard

tre visite principali

  1. lunedì – ambasciata iraniana a washington
  2. mercoledì mattina – walter e. washington convenction center
  3. moschea – giorno di preghiera
  4. sabato- suprema corte degli stati uniti

tutte le sere a partire da domenica sera ha delle cene di gala tranne il venerdì
dome willard
ambasciata
willard
amici a brentwood
sabato willard
residenza capitol hill (casa di norton, probabilmente)

siamo stati assegnati alla scorta dello sceicco

il pacco dovrà essere consegnato al Lincoln Memoria non oltre Domenica


non si sa quanto il Black Book sia interessato ma è quasi sicuro che siano interessati

è quasi sicuro che ci siano elementi black book negli entourage dell ambasciata iraniana ma è difficile che siano negli iraniani che vengono dalla patria

la visita è molto controversa per cui elementi repubblicani potrebbero voler uccidere lo sceicco per far cadere la colpa sui sauditi

singoli cani sciolti che potrebbero volere la morte dello sceicco

iraniani-sauditi che potrebbero volerlo togliere di mezzo per addossarsi la colpa

iraniani interni che volgano eliminare un elemento della cerchia dell ayatollah e incolpare gli US

priorità 1 : Pacco
priorità 2 : vita dello sceicco

arriverà sabato mattina alle 10:00, tra una settimana all’aereoporto ronald regan, vicino al pentagono

nella settimana precedente studiamo percorsi

una squadra cani + squara anti batteriologica + squadra artificieri in albergo ai sotterranei
poliziotti in borghese all’inizio e alla fine della via
piano dello sceicco accessibile solo con una chiave specifica

tutte le manutenioni hanno due uomini a fianco per sicurezza
telecamere appartamento e al

View
La Giustizia è Servita - log 4 - Conclusione

Dopo tre giorni di appostamenti e piani per far uscire allo scoperto la signora Mace, il numero di poliziotti difronte all’appartamento viene raddoppiato e il capo della polizia dichiara trionfante alla stampa di aver individuato in Pablo Martinez, ex cuoco di casa Mace, l’autore dell’assassinio del procuratore e del furto dei fascicoli legati ai trafficanti colombiani in quanto colluso con questi ultimi.
La signora Mace viene spostata in una casa sicura facendo perdere le sue tracce.

Il caso è chiuso, una nuova missione è già pronta ad attenderci.

View
La Giustizia è Servita - log 3

Gerard e Tsukino entrano nelle pompefunebri avvalendosi del tesserino di Gerard con la scusa di dover controllare che tutto venga effettuato a regola d’arte.
Tramite i poteri di Tsukino scopriamo che il corpo è stato ucciso da una sostanza esterna assunta più volte negli ultimi 6 mesi attraverso i pasti principali.
Introducendoci nell’abitazione di Mace mentre la moglie e la filippina sono al funerale, troviamo le prove che Pablo, il figlio della filippina e cuoco di casa, utilizzava un mattarello per sbriciolare dei bicchieri di cristallo (dei quali ne sono avanzati 3) la cui polvere metteva poi nel cibo del defunto procuratore.
Con una scusa, William fa uscire di casa i due assistenti del cuoco.
Messo alle strette Pablo aggredisce Gerard lanciandole una pentola di acqua bollente sul viso. La reazione di Gerard è calma e pacata tanto che Pablo rimane solamente stordito e con un polmone perforato da una costola rotta.
In pochi istanti decidiamo di rapire Pablo (trasportato fuori casa nella scatola della torta) e rubare quanti più faldoni di documenti recenti dallo studio del procuratore.
Prima di abbandonare la casa del procuratore puliamo alla bell e meglio le tracce di sangue.
Alla base, il giovane confessa di avere una relazione con la moglie di Mace e di essere stato spinto dalla stessa all’assassinio, sarebbe sempre stata lei a fornirgli mezzi e modus operandi.
Peacock chiede al Dr Cox di mettere fine alle sofferenze del malcapitato.
Caso chiuso?
Quali erano le intenzioni della moglie? E’ implicata con i colombiani? Con il Black Book? Voleva soltanto sbarazzarsi del marito per i soldi?
Il Dr Cox suggerisce di modificare i campioni in possesso dell’ F.B.I. in modo da rendere evidente la causa della morte e da poter imbastire un caso ufficiale.
Sulla sospetta sparizione di Pablo verrà sicuramente aperto un caso, vogliamo provare a farcelo affidare? Gli unici testimoni ci hanno visto.

View
La Giustizia è Servita - log 2

Simmons e Peacock ottengono un breve colloquio con Norton

il giudice Norton ignora parimenti pressioni e minacce, sia per la sua indole sia per la sua posizione sociale

  • connivenze polizia Washington con il cartello rendevano difficoltoso il lavoro di Mace
  • secondo Norton non sono stati i colombiani
  • Mace aveva rinunciato alla scorta

Tsukino, Gerard, Casey e Basset si appostano sulla via in cui abita la vedova Mace ma la moglie non esce mai

bisogna trovare una strategia per accedere al cadavere di * Mace ed usare i poteri di psicometria di Tsukino

il mgazzino/sede operativa delle onoranze funebri in una zona industriale fuori mano

View
La Giustizia è Servita - log 1

caso: La Giustizia è Servita

notificate da HERMES morte il giorno prima di un noto procuratore distrettuale in odore di giudice federale, soccorsi arrivati intorno alle 20.30
frank mace
mentre cenava con amici si è “pietrificato dal terrore” ed ha iniziato a perdere sangue da ogni orifizio, morto per gravissima emorragia interna
corpo dal coroner
Mace era una risorsa indiretta di AEGIS

allegati giornali che evidenziano il suo impegno per lla giustizia, in particolare contro mafia e cartelli colombiani

ci viene chiesto di indagare sulla sua morte
AEGIS puntava su questa risorsa inconsapevole e ne ha aiutato la cresita di carriera

capt manetti capitano della guardia del palazzo del coroner

la vedova non ci ha ricevuti

davanti alla casa del giudice è presente un van con una targa che di cui non ci hanno dato alcuna informazione, perché c’è una indagine in corso / non ho l’autorizzazione necessaria per ottenerla

verificare casi a cui collaborava possibili federali
possibili altri morti uguali → caso federale
agenti chimici e patologici che possono causare i sintomi

autopsia:
stomaco, intestino ed esofago hanno iniziato a suppurare sangue tale da annegarlo nel proprio sangue, motivo per cui vomitava sangue ed ha iniziato a uscirgli da naso e bocca. no occhi-orecchie

unico altro caso simile è accaduto un paio di anni fa nello stato di new york a causa di una tossina usata dal kgb per eliminare un uomo che vendeva loro informazioni

lista dei sospetti

moglie
avversario – giudice ambrose norton – famoso per la durezza delle sentenze – fortemente cattolico – nessuna info su HERMES
mafia italo-americana – nessuna info su HERMES
cartello uno dei cartelli colpito di più a causa di AEGIS per via delle loro credenze vodoo riscontratesi poi infondate
amici – non tutti i suoi collaboratori hanno avuto un passato limpido, una buona metà era in odore di passato di corruzione
segreti

assistente segretaria del procuratore non si è presentata

prima del decesso seguiva una storia di droga del cartello colombiano, 24v arresti negli ultimi sei mesi. cocaina ed eroina

lavorava molto ma teneva in equilibrio famiglia e lavoro

non stava bene da sei mesi. iniziato con la caccia ai cartelli colombiani

pallido – bruciore di stomaco – faceva fatica a mangiare, prendeva molti antiacidi e mangiava in bianco – prendeva medicinali prescritti – sempre più stanco

classico amico di tutti

lavorava spesso fino a tardi nei momenti critici

eccezionali risultati contro il cartello

la donna che soggiornava a casa della assistente si è rivelato un buco nell’acqua, probabilmente la compagna

l’armadietto delle prove in cui sono custoditi gli effetti relativo al caso Mace ha subito un “tentativo” di violazione. scattato l’allarme da poco installato mentre nessuno se ne è accorto e i filmati di quella mezz’ora sono cancellati

il marshall insiste nel dire che non si è addormentato e che è un corto circuito

è possibile che un oggetto sia stato sostituito in quel frangente in maniera che passi l’inventario ma un eventuale oggetto maledetto potrebbe essere stato rimosso

autopsia evidenzia lezioni lungo il tratto gastro esofageo fino all’intestino, come fosse “scartavetrato”.

nessuna droga, veleno o patogeno conosciuto produce questi effetti

medico conferma che da sei mesi soffriva di questo problema, andato dal doc per il mal di stomaco più che il sangue nelle urine, li hanno scoperto il sangue nelle feci dopo che i sintomi erano già iniziati da diversi giorni

Gerard chiede che le venga assegnato il caso interno per avere accesso all’armadietto delle prove e scoprire cosa sia successo alle stesse ed ha pieno successo, anche se ora Simmons non può più citarla come collaboratrice per le sue indagini “informali”

Gerard ottiene accesso ai video della sorveglianza e alle prove, incluso l’elenco delle prove

il video mostra un uomo a cui viene aperta la porta interna come “dalla guardiola”, accede all’armadietto e prova a scassinarlo fallendo.

è stato il Marshall della guardiola, anche se non si può riconoscere dal video e non reggerebbe in tribunale.

Gerard trova le impronte del marshall corrotto nella cassetta delle telecamere e sul lucchetto dell’armadietto incriminato

il marshall era stato incaricato dal cartello di recuperare un documento dal portafoglio del procuratore in cui si richiedeva un controllo su uno yacht extralussso (l’escobar) che si ferma sempre a un miglio dalla fine delle acque internazionali, di cui abbiamo una fotocopia

finalmente una traccia

View

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.